Relè temporizzato: cos'è? Scopri tutte le curiosità su Campoelettrico.it

Relè temporizzato: cos'è? Scopri tutte le curiosità su Campoelettrico.it

  admin  

 (84)    (0)    0

Dopo aver trattato in maniera completa il relè passo passo oggi ho deciso di trattare anche l'argomento del relè a tempo o temporizzatore, così da fornire una guida completa e spero utile per apprendere le potenzialità di questi dispositivi.

Il relè come già visto è un dispositivo elettronico, informatico, elettrico, elettromeccanico o meccanico che chiude o apre i contatti del circuito che intendiamo comandare, azionandolo o interrompendolo automaticamente a seconda di intervalli di tempo predefiniti.

Questo viene azionato non manualmente ma attraverso un elettromagnete per comandare apparecchi di varia natura.

relè a tempo temporizzati

Curiosità: il termine relè deriva dalla parola Francese "relais" che inizialmente indicava le stazioni postali dove si lasciavano i cavalli stanchi con quelli nuovi. Successivamente più avanti nella storia i relè erano gli strumenti che scambiavano messaggi in codice morse con il telegrafo.

Tornando ai nostri relè temporizzati per comprenderlo in maniera più chiara possiamo pensare ad un dispositivo che ha la capacità di eccitarsi con un ritardo e non in maniera istantanea al passaggio della corrente come accade negli altri tipi.

Il circuito è ormai costruito in maniera interamente elettronica mentre inizialmente venivano utilizzate membrane con forature disposte a distanze differenti, dove ad intervalli regolabili passava aria che apriva o chiudeva i circuiti.

Oggi per ottenere tempistiche differenti di diseccitazione, nell'ordine di qualche secondo, è sufficiente collegare alla bobina un condensatore(in parallelo) che durante la fornitura di corrente elettrica si carica continuando ad eccitare il relè anche dopo l'interruzione di alimentazione.

Curiosità: all'interno delle nostre abitazione per spegnere la luce delle scale di un condominio. In ambito industriale questi dispositivi sono l'alternativa ai PLC se dotati di display LCD.

Quali sono quindi i vantaggi del temporizzatore?

  • Risparmio di spazio e lavoro per installarli grazie alle dimensioni contenute(6mm).
  • Ottimi per applicazioni in impianti elettrici industriali, edifici e produzioni in serie.
  • Semplice rapida programmazione anche da smartphone grazie ai sistemi NFC, app per smartphone ma anche display o tacche meccaniche dove poter effettuare cambi di programmazione rapidi e semplici.
  • Il processo necessario per temporizzare un relè è molto semplice quindi può essere gestito anche dallo staff interno.

Scopri anche: Crepuscolare.

 (84)    (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Scrivi un commento o domanda
Torna su